[Home]

Homepage Mantis Martis (il microcosmo di Martino)

Mantis Martis website ("Martino's tiny world" Homepage)



Rhynocoris erythropus (Martino Romano, dicembre 2018)

CIMICE ASSASSINA (Rhynocoris erythropus) Linneo 1767
Immagini
ordine: hemiptera (rhynchota);
famiglia: reduviidae.


Questo reduviidae è uno dei più comuni sul suolo europeo. Temibile cacciatore di altri artropodi non per niente è chiamato cimice assassina, come il suo più famoso parente R. iracundus.
[Il nome significa letteralmente elmo nasuto (Rhynocoris) dalle zampe rosse (erythropus)]

Descrizione
Il dimorfismo sessuale non è per niente marcato e le dimensioni si aggirano intorno ai 15 mm per entrambi i sessi. La testa è sottile, nera e lunga circa un quinto del corpo, gli occhi sono situati centralmente
e le antenne, formate da 5 articoli, sono più chiare alla punta. Il rostro non è molto lungo.
Il torace è rosso scuro, pubescente, ma la parte anteriore è ristretta e nera. Le zampe sono robuste (specialmente il primo paio), rosse e nere.
Lo scutello è piccolo e nero e presenta una striscia trasversale bianca che distingue R. erythropus da tutti i suoi parenti.
I corii sono rossi e non sono grandi, a differenza della membrana, che va oltre l'addome. I connexivi (i bordi sporgenti dell'addome) sono gialli e neri a differenza di quelli di R. iracundus che sono neri e arancioni.
R. erythropus si distingue da R. iracundus per i bordi dell'addome, i colori più scuri, ma soprattutto per la striscia bianca sullo scutello.

Biologia
Rhynocoris erythropus è una cosiddetta cimice assassina per il semplice fatto che appartiene alla famiglia reduviidae, composta da emitteri predatori.
Questa specie vive in zone ricche di vegetazione, volando in cerca di un posto dove tendere un agguato a un altro insetto; quando trova una preda la infilza con il rostro appuntito:
il veleno impiega da tre a dieci secondi per uccidere la preda, sciogliendole le interiora, come succede nei ragni, dopodiché, sempre con il rostro, succhia il liquido così formato tenendo la preda con le zampe anteriori.
Il rostro, inoltre, è usato dai maschi per produrre uno stridìo strofinandolo contro una fessura del prosterno (la parte ventrale del protorace) durante il corteggiamento. Durante l'estate la femmina depone da trenta a cinquanta uova ovali, che si schiudono dopo una settimana; cosa caratteristica della specie è l'abitudine delle femmine di mangiare molti dei propri piccoli.
Le neanidi impiegano 2 mesi per diventare adulte e la vita dell'insetto può durare due anni.
I suoi principali predatori sono mantidi, lycosidi e uccelli.
Se infastidito R.erythropus punge, il dolore è simile a quello di una vespa e il veleno provoca dolori e gonfiore nel punto interessato.
R.erythropus è distribuito in Europa centrale e meridionale.
rhynocoris
[specimen of Rhynocoris erythropus; photo by Martino Romano, Salento (Italy), summer 2018]

Other images


Next