[Home]

Homepage Mantis Martis (il microcosmo di Martino)

Mantis Martis website ("Martino's tiny world" Homepage)



AGUZZIAMO LE ANTENNE
(Martino Romano, settembre 2019)

CONFUSIONI: I RAGNI

In questa rubrica, AGUZZIAMO LE ANTENNE, farò chiarezza tra le varie fonti di informazione che tendono a confondere gli utenti, dato che alcuni canali di informazione mirano al sensazionalismo e trattano questi argomenti con trascuratezza e superficialità, a volte spacciando per vere notizie false o "riciclate" in malo modo.

Cominciamo con una precisazione: alcuni gruppi di aracnidi (come gli opilionidi), sebbene comunemente chiamati ragni, non lo sono. Questa volta mi occuperò di chiarire una confusione quasi inevitabile, che porta a un assurdo allarmismo. Si tratta dell'ormai famoso ragno violino, ovvero Loxosceles rufescens. Ha abitudini schive e ama i luoghi chiusi, perciò difficilmente lo troveremo all'aperto. Il fatto che le nostre case costituiscano per lui l'habitat ideale e che sia un ragno abbastanza comune alza la possibilità di essere morsi. Il suo morso NON è letale, al contrario di quello dei congeneri Loxosceles reclusa e Loxosceles laeta, abitanti delle Americhe, ma è comunque molto pericoloso.
Le tossine che inietta (bisogna però notare che non tutti i morsi iniettano veleno) sono citotossiche (ovvero attaccano le cellule dei tessuti) al contrario di quelle della maggior parte dei ragni che sono neurotossiche (che attaccano il sistema nervoso). In molti casi hanno lo stesso effetto di quelle di un altro qualsiasi ragno; in altri invece causano cancrene e nei casi più gravi è necessario ricorrere all'amputazione della parte colpita. È bene precisare inoltre che il morso è indolore. Tuttavia, come per tutti i ragni, il ragno violino non ha nessun interesse a mordere l'uomo, in quanto non si nutre di noi o del nostro sangue (e non fa i nidi nelle nostre orecchie come dicono alcune leggende metropolitane:). La bufala che lo riguarda e che è la più priva di senso logico è quella dell' "invasione del ragno violino", in quanto il ragno violino è presente su tutto il suolo italiano da millenni. Cercando sul web "ragno violino" compaiono foto di un qualsiasi ragno di colore brunastro, negli ultimi tempi si è creato allarmismo proprio per questo: quando la gente ne vede uno infatti va in panico.
Ecco alcuni caratteri per distinguerli dagli altri ragni:
- NON costruisce tele orbicolari (come quelle degli Araneidi) e non aspetta le prede sulla tela;
- è lungo AL MASSIMO 10 MILLIMETRI di corpo;
- ha 6 OCCHI.
La colorazione può variare dal grigio al marrone al rossiccio e il "violino" sul prosoma, da cui prende il nome, NON è un carattere discriminante in quanto non tutti gli esemplari ce l'hanno.

Conclusioni
La maggior parte dei ragni che si trovano in casa non è un ragno violino e questo, comunque, non è pericoloso quanto si pensa comunemente.

loxosceles
[Loxosceles rufescens, il"ragno violino"; photo by Martino Romano, Torino (Italy), summer 2019]



Next