[Home]

Homepage Mantis Martis (il microcosmo di Martino)

Mantis Martis website ("Martino's tiny world" Homepage)



AGUZZIAMO LE ANTENNE
(Martino Romano, agosto 2019)

CONFUSIONI: LE CIMICI

In questa rubrica, AGUZZIAMO LE ANTENNE, farò chiarezza tra le varie fonti di informazione che tendono a confondere gli utenti, dato che alcuni canali di informazione mirano al sensazionalismo e trattano questi argomenti con trascuratezza e superficialità, a volte spacciando per vere notizie false o "riciclate" in malo modo.

Questa volta chiarirò una confusione che mi è capitato di vedere sul web che ha come argomento principale le cimici, specialmente Halyomorpha halys, la famigerata cimice asiatica che da qualche anno infesta gran parte dell'Italia.
Intanto vorrei chiarire cosa s'intende con il termine "cimice": molti utilizzano erroneamente questo termine per indicare svariate tipologie di insetti, mentre è corretto utilizzarlo solo per gli Emitteri Eterotteri.
Navigando su internet si possono trovare in alcuni articoli trattanti della cimice asiatica delle immagini erroneamente attribuite a questo insetto invasivo e che invece ritraggono altri membri della famiglia Pentatomidae, che però sono autoctoni. Nella maggior parte dei casi si tratta della Raphigaster nebulosa, specie nostrana facilmente confondibile con Halyomorpha halys (ma che non presenta callosità bianche alla base dello scutello).
Tuttavia in alcuni casi (fortunatamente pochi), l'animale ritratto è la comunissima Nezara viridula, la cimice verde, che viene banalmente confusa perché d'inverno diventa marrone (ma monocolore e non screziata come Halyomorpha).
Altre volte la foto ritrae un altro pentatomide nostrano, Dolycoris baccarum (dalla livrea tendente al viola) o addirittura dei Coreidi, cimici di un'altra famiglia.
Ma non basta: ho trovato un articolo, sempre riguardante Halyomorpha halys, con una foto che ritraeva una ZECCA, non solo di un'altra famiglia, ma anche di una classe diversa (quella degli aracnidi).
La confusione, però, prende un aspetto decisamente esagerato dopo la bufala della "cimice di Chagas".
La malattia di Chagas è una pericolosa malattia veicolata da un particolare Reduvide (una cimice assassina, simile a quella della mia scheda) che attacca l'uomo, ma che è presente solo nelle Americhe.
Da un po' di tempo circolano fake news che questa pericolosa cimice sia arrivata in Italia (cosa impossibile dato che si tratta di specie legate ad ambienti tropicali).
Molti giornali hanno fatto confusione, mescolando questa bufala con il fenomeno dell'invasione di Halyomorpha halys. Così, ci sono diversi articoli che parlano della "cimice di Chagas" e pubblicano foto di Halyomorpha (e di alcune specie confuse che ho citato sopra), creando così allarmismo dato che Halyomorpha è ormai diffusissima in molte città del centro-nord Italia.
Ho addirittura trovato articoli che parlavano della "cimice di Chagas" "venuta dall'Asia" associati a foto di Mecotteri del genere Panorpa (le mosche scorpione, assolutamente innocue per l'uomo e che non c'entrano nulla con le cimici).

Conclusioni
Halyomorpha halys, NON è la "cimice di Chagas", che non è presente in Italia. Halyomorpha halys proviene dall'Asia orientale e, dalla sua introduzione nel 2012, ha infestato gran parte dei frutteti del nord Italia provocando ingenti danni alla frutticoltura. Infatti si nutre di linfa vegetale e, sebbene produca un odore sgradevole quando minacciata, non è in alcun modo pericolosa per l'uomo.

halyomorpha
[Halyomorpha halys; photo by Martino Romano, Torino (Italy), winter 2018-19]



Next